Questo sito è accessibile da tutti i browser e gli user agent, ma il design e alcune funzionalità minori dell'interfaccia saranno visibili solo con i browser che rispettano gli standard definiti dal W3C

La Montagna, la Passione, Insieme!

G E F O

Gruppo Escursionisti Falchi Olginatesi


ti trovi in: HomeArchivio › Programma Gite 2008
 
Programma Gite 2008



Monte Resegone - Passo del Fò - Mercoledì 25 Aprile

Tradizionale apertura della stagione escursionistica con la "FESTA GEFO AL BAITELLO"

 Pranzo al Bivacco Giacomo Ghislandi

Dislivello:
Programma:
Attrezzatura:
Bivacco Suretta m 2748 - Domenica 4 Maggio

 Lanno scorso al Bivacco Suretta

Ritrovo
Dislivello:
Difficoltà: alpinistica senza particolari difficoltà

Programma:
Attrezzatura:
Monte Generoso m 1701 - Domenica 18 Maggio

Partenza
Accesso:
Dislivello:
Tempo:
Nota:
Un escursione che profuma di antico, partendo dalle vicinanze del confine Italo - Svizzero saliremo seguendo le fortificazioni della Linea Cadorna e raggiunto il Barco dei Montoni m 1363, scenderemo per i sentieri percorsi dai contrabbandieri. Dal Barco si pu fare una puntata alla cima del Monte Generoso e godersi il panorama sul Lago di Lugano. Lambiente a bassa quota quello delle foreste Lombarde, in vetta sorge una delle pi famose specole europee.
Attrezzatura:
Responsabile:

 Panorama svizzero dal Monte Generoso

Rifugio GEFO, Pizzo Scalino m 3323 - Sabato 31 maggio, domenica 1 giugno

Partenza Sabato
Partenza Domenica

 Il Pizzo Scalino

Dislivello:
Tempi:
Difficoltà: facile fino al bivacco, pi impegnativa la salita alla vetta.
Si risale per una serie di balze la Val Forame fino al Rifugio Cederna (m 2583, non custodito). Superata una larga conca si passa accanto a spettacolari rocce carbonatiche e si punta alla spalla meridionale del Pizzo risalendo un ripido pendio detritico. Dallo spartiacque a quota 3068 si raggiunge poi la vetta per la via normale.
Responsabile:
Prenotazione:
Bivacco Anghileri - Rusconi m 2654, Cima Fontana m 3070 - Domenica 15 Giugno

Partenza

 Il ghiacciaio di Fellaria ed
il gruppo del Bernina

Accesso:
Dislivello:
Tempi:
Difficoltà: Facile fino al bivacco, pi impegnativa la salita alla vetta.
Il bivacco Anghileri - Rusconi si trova nei pressi del passo confinale, spartiacque naturale tra la Valmalenco e la Val Poschiavina e confine amministrativo tra lItalia e la Svizzera. Viene raggiunto con un sentiero panoramico, prima con vista sui laghi artificiali delle dighe di Campomoro e Gera, successivamente con vista sul gruppo del Bernina. Chi desidera pu proseguire oltre il bivacco e raggiungere la cima Fontana dalla quale si ha un panorama a 360 di notevole effetto.
Responsabili:
I segreti della Slovenia
Giovedì 19, Venerdì 20, Sabato 21, Domenica 22 Giugno

Gita in bus granturismo
Olginate, Postumia, Kranjska Gora, Lipica.

 Il lago di Bled

Giovedì:
Venerdì:
Sabato:

 La gola Vintgar

Domenica
Costo:
Nota:
Hotel:
Prenotazione:
Responsabile:
TRAVERSATA Pigne dArolla m 3.796 - Mont Blanc de Cheilon m 3.870
Sabato 5 Domenica 6 Luglio

 Cabane des Vignettes

Partenza
Accesso:
Dislivello:
Tempi:

 Mont Blanc de Cheilon

Attrezzatura:
Difficoltà:
Nota:
Partendo dalla Cabane des Vignettes (riaperta dopo ristrutturazione nel marzo 2008) la traversata proposta una magnifica combinazione di itinerari dalta montagna, sia di ghiaccio che di roccia. Comincia con la facile ascensione al Pigne sul versante E, si prosegue con la discesa verso il Col du Brenay e poi si risale il colle della Serpentine, proseguendo verso la cresta rocciosa del Mont Blanc de Cheilon , e dopo un divertente susseguirsi di piccoli gendarmi e paretine solidissime si giunge in vetta.
Responsabile:
Sassongher m 2.665 - Sass da Putia m 2.875
Mercoled 23 e Gioved 24 luglio

 Sassongher visto da Corvara

Partenza
Accesso:
Due stupende cime nelle Valli Ladine
Il termine ladino, originariamente diffuso nell'alta Val Badia, usato attualmente, per designare un gruppo di dialetti abbastanza omogenei parlati nell'area dolomitica. Si pu fare riferimento a popolazioni noriche (celtoromane) profughe nel 5 sec. dal Norico Mediterraneo a seguito dell'insediamento dei Rugi ed ai successivi massacri avaro-slavi. Le popolazioni originarie breone (celto-romane) e immigrate, vennero designate welsch dai bavari in contrapposizione ai windisch (slavoni), mentre esse si definivano latine (in dialetto ladin) perch non-germane e non-slave. Il termine si diffuse nel 18 sec. negli ambienti tedeschi come ladinisch per designare le popolazioni in via di germanizzazione soggette al Tirolo, mentre le popolazioni soggette storicamente a Venezia non hanno mai accettato il termine, per i significati sottesi di filo-asburgicismo, per cui negli ambienti italiani si giunti a un compromesso ladino-dolomitici.


 Sass da Putia visto dal P.so delle Erbe

Programma I giorno:
Programma II giorno:
Prenotazione:
Responsabili:
Cena sociale in Franciacorta - Sabato 8 novembre

Ristorante Villa Baiana (della cantina La Montina)
Partenza
Prezzo:
Prenotazione:
Responsabile:
Programma Novembre